I pensieri, questa cosa dei pensieri: un cantiere aperto, il corpo in sollecitazione

Loro, i pensieri, mi chiamano e spesso ci sediamo in cerchio: mi hanno detto che sono uno di loro: – Siete troppi gentili -, ho detto, ma loro si sono scherniti come adolescenti timidissimi. Quasi sempre i pensieri fanno della loro ritrosia la maschera per eccellenza, ma senza nessun malevole obiettivo. I pensieri per esseri tali sono come gli uccelli che per loro natura devono spiccare il volo e durante il volo poi decidere dove approdare come navi e barche sul mare. Ci si approda anche se non si è nave, battello, barchetta o zattera persino su un ramo, negli occhi, nella bocca, sulle labbra e nell’intimo sentire. E’ per questo che ci diciamo le cose, ma non è detto che si parli e ci si esprime a chiare lettere come dire pane al pane e vino al vino. Ci sono delle volte che io e i pensieri tambureggiamo nelle nuvole gonfie e veniamo a scrosci come le emozioni improvvise. Altre volte, i pensieri ed io, partiamo restando nel buio più oscuro in cui non c’è né un alone di luce di stella lontana né una luce di luna o di di lampione o di minuscola moritura candela che ci indicano la strada maestra, laterale o tortuosa. E’ un po’ come entrare in una selva dei giorni nostri. E poi, come è tipico dei pensieri, precipitare, saltellare, schizzare di qua e di là, picchiettare giù dalle montagne con cieca furia, ma poi non è detto che siano le innevate(fino a quando?)catene delle Alpi, delle Ande o il picco dell’Himalaya e dell’Everest e perciò precipitare a valle a rotta di collo, ora lenti e frenetici, ora transfusi e maestosi o come le mani lente ma piene di sapere per le cose che amiamo o come lampi a inseguire il cuore degli incendi e quello apocalittico del fuoco distruttore di vegetazione, animali ed esseri umani. I pensieri sono sogni e la materia le loro gambe, il palpito, primo e ultimo, emozioni della pelle.

I pensieri, questa cosa dei pensieri: un cantiere aperto, il corpo in sollecitazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...