Il pianto

Il pianto si arrampica dappertutto. Non conosce confini, e, nessuno può fermarlo. Il pianto è piccolo piccolo poi diventa oceano. E sbuca da tutte le parti e come le radici ramifica dentro, scendo nei pozzi profondi della pelle e poi risale inarrestabile come il volo dell’aquila al nido. Tutti conoscono il pianto, lo sentono dentro e poi lo guardano in faccia, cercando, a volte, di non vederlo. Lui però sa bene come non farsi ingannare anche quando c’è, nei casi disperati, una strategia dell’artificio, per commuovere il debole cuore e la benevolenza altrui. Il pianto ha le ore contate quando è falso e tende all’inganno, ma è un pianto triste e funesto per chi lo pratica scientemente. Si ritorcerà contro con l’abbandono. Il pianto non si vergogna quando ingrana. E svetta sulle labbra.

Il pianto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...