Nelle curve dei ricordi i sussurri dei pensieri non tacciono mai

Risultati immagini per Louvre at night, Aleksander Gierymski, 1892

Risultati immagini per Louvre at night, Aleksander Gierymski, 1892

Risultati immagini per Louvre at night, Aleksander Gierymski, 1892

Risultati immagini per Louvre at night, Aleksander Gierymski, 1892

I ricordi sono i libri che non scriviamo mai. Frequentano il vento e le onde del mare. Li riconosci quando sono accoccolati e chiamandoli, come si fa con gatti cani, spuntano fuori per farsi accarezzare timidamente. I ricordi si nascondono, pare che abbiano sempre da fare. I ricordi hanno le facce di bambini e dei sogni, persino quelli che hai lasciato nel porto dell’anima. I ricordi sono invisibili e implacabili, essenza del cuore.

Nelle curve dei ricordi i sussurri dei pensieri non tacciono mai

6 pensieri su “Nelle curve dei ricordi i sussurri dei pensieri non tacciono mai

  1. Alcuni ricordi sono come un’arma a doppio taglio, da un lato l’affettività può rilevarsi propizia alla stimolazione della memoria; dall’altro, ricordi che implicano un’emotività eccessiva e marcata possono venire allontanati dal cosiddetto meccanismo di rimozione…….è per questo che , a volte, preferisco non considerarli.
    I ricordi costituiscono il repertorio che qualsiasi memoria umana possiede. Essi, una volta fissati dentro di noi, sono in grado di restare per lunghi periodi di tempo e la loro rievocazione si basa perlopiù sull’interesse, sullo sprone concreto a voler ricordare.
    La loro funzione è alquanto elevata :essi sono come flash, come foto da rispolverare e ripercorrere.
    Spesso costituiscono il nostro punto d’orgoglio, sono parte inalienabile della nostra esistenza………e non potrebbe essere altrimenti.
    per me vale sempre il detto del saggio tibetano che dice:”coltiva ogni tuo ricordo e fa in modo che nemmeno uno, nemmeno il più piccolo, si cristallizzi nel rimpianto”.
    L’atto della memoria presume e racchiude in sé delle fasi progressive costanti per cui un evento , un fatto e una situazione, una volta acquisiti, possono restare latenti per un determinato periodo di tempo, per riaffiorare poi alla coscienza……..ed uscire dalla polvere!

    "Mi piace"

  2. Se non mettessimo le foto in una scatola, la polvere dei giorni le ricoprirebbe tutte, fino a farle scomparire, forse, per sempre. Di cosa vuoi servirti per rivedere te e i tuoi mondi? forse giocando a sorte con i dadi perduti. O salendo sul treno dei ricordi tra memoria e cuore. Leggendo un libro aperto.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...