Un venticello fresco di piume la gonna

Ecco cosa mi fai: mi fai sgranare gli occhi.
Sei improvvisa di piacere che mi schianti.
Stupore e meraviglia sono le tue pose. E
mi catturano. E vengo da te docile e nudo.
Mi spogli col tuo camminare d’arte naturale.
Muovi le braccia e le mani come la vergine.
Ammalianti movenze di frescura le ciglia.
Un venticello appena di piume la tua gonna.

Sei bella di tuo poi con le cosce aperte di più. Il tuo viso mi trascina sempre dove vuoi. questa foto che hai messo mostra le tue costruzioni della natura: che gran culo, amore. La noia con non mi sopraggiunge mai: le tue gambe sono il disegno sublime dell’artista. Posso ammirarle, ma per questo anche immaginarle nelle spiagge di questo mio sogno.

Ecco cosa mi fai: mi fai vedere senza occhi. Gli occhi delle labbra e la lingua, nel sorriso.

 

 

Un venticello fresco di piume la gonna

2 pensieri su “Un venticello fresco di piume la gonna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...