Le cose vere le più strane

Risultati immagini per immagini degli oggetti più strani

Risultati immagini per immagini degli oggetti più strani

Risultati immagini per immagini degli oggetti più strani

La classe operaia nelle ore di svago suonava il clarinetto, la fisarmonica e anche il pianoforte, oltre che l’arpa, ma nessuno ci credeva., neanche la suddetta classe operaia. Le vacche avevano dei capezzoli che sembravano donne con la mastite. I cani maschi  trotterellando pisciavano con le zampe alzate e le cagne no, preferivano accovacciarsi:la democrazia e la fisiologia non smettono mai di stupire anche in senso assai negativo. Le infermiere hanno quella nomea che le vuole, la nomea, tutte scollacciate e pronte, però spesso non funziona così. E se funziona così molto probabilmente sono affari loro. Alle loro manca l’ufficio informazione e un megafono sordo, tra l’latro mica sono tutte bone e belle. Renato ha diciannove anni e lavora nel supermercato vicino alla discarica in cui si aggirano gabbiani dal becco giallo e bianco. Lavora dieci ore al giorno e guadagna settecentocinquanta ero al mese. – E se ti lamenti o chiedi dei miglioramenti devi stare attento.- Ammesso che la paga di un giovane salumiere che ha imparato tutto del mestiere perché lavora da quando aveva quindici sia giusta, nel senso di orario sindacale di sette ore, non si capisce, tanto per usare un eufemismo, perché quel ragazzo debba regalare al supermercato tre ore in più e per giunta non pagate nemmeno come straordinario. La classe operaia, dice qualcuno, non esiste più dallo “sbarco” lunare. Una falsificazione colossale. Però, ammesso e non concesso che la classe operai sia perita è strano che gli sfruttati aumentino a vista d’occhio. Il ragazzo, dopo aver servito te, donna o uomo, e man mano gli altri clienti, col sorriso stampato sulle labbra dice:- Grazie.-

Le cose vere le più strane

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...