Quando mia madre rammendava i miei calzini accadeva una cosa stranissima: volavo, ed era bellissimo. Nonostante la distanza da terra, vedevo tutto: l’ago, il filo di cotone e le sue lacrime di paura e gioia. E sentii dire:- Figlio mio finalmente sei un angelo -. Ridiscesi a terra, le sorrisi e l’abbracciai. E subito scappai nel vicolo.*

*Nota bene. Quella sopra è la prima versione, quest’altra in basso, la seconda che ho inviato a un gruppo di amiche e amici che a loro volta stanno postando altri scritti.

Quando Michelina Mauro, la mamma di Andrea Sgueglia, gli rammendava i calzini, accedeva una cosa stranissima: Andrea sentiva caldo o fresco ai piedi, a seconda della stagione e volava e a vederlo era una cosa paurosa e bellissima. E nonostante la distanza da terra, lui diceva che vedeva tutto: la testa dai capelli neri di sua madre con la scriminatura al centro, l’ago, il filo di cotone e le mani, laboriose e precise e le lacrime di paura e gioia. E mentre Andrea era lassù che volava udì:- Figlio mio, ora sei un angelo -.

Andrea Sgueglia ridiscese a terra, sui basoli del vicolo, alzando un po’ di polvere e cartacce, le sorrise e l’abbracciò, ma subito corse dai suoi amici, la banda dei suricilli, nominata così, perché capaci di entrare dappertutto, figurarsi nel palazzo sgarrupato dove una volta c’era il forno del pane il cui profumo la mattina entrava in tutti i vasci.

Era il buon giorno alla vita brulicante di quei corpi e alla fame, tanta, ma anche disperata, e nonostante le ristrettezze, bella e dura, nella sua scarna, feroce nudità.

Quando mia madre rammendava i miei calzini accadeva una cosa stranissima: volavo, ed era bellissimo. Nonostante la distanza da terra, vedevo tutto: l’ago, il filo di cotone e le sue lacrime di paura e gioia. E sentii dire:- Figlio mio finalmente sei un angelo -. Ridiscesi a terra, le sorrisi e l’abbracciai. E subito scappai nel vicolo.*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...