Tu e io (e la tua latta di benzina), dopo quella notte di follia, siamo qui, in cima alla collina.

 

Era la prima volta che ascoltavo qualcuno sedersi davanti a un pianoforte, pigiare i tasti e suonare. Il pianista che ci dava le spalle era Anna Cardoso. Lei, la donna che volevo prendere per mano, baciare e fare all’amore. Oltre che bassa, circa un metro, era anche miope, però, a me non importava. Forse ero strano, o preso da troppo entusiasmo, tanto da non notare che aveva un arto finto e il sedere a mandolino zeppo di silicone. Una mattina passai da lei per un invito e nel bicchiere sul comodino, c’era un occhio verde, ma questo non m’impedì di trovarla erotica, sensuale, eccitante. Forse Anna era troppo presa dalla passione o probabilmente dalla miopia ma anchio ero portatore di una decina di protesi. Roba di ultima generazione. Certo, a lei, non le capitava un uomo da anni se non secoli, o forse, come sospettai, fece finta di nulla, tipo meglio un uovo oggi che un galletto domani. Insomma, una vera signora. Le mie mani e dunque le dita erano artificiali, certo, sapevano toccare le corde giuste. Ma avviluppati nel vortice della passione, tu mi dicesti che eri ultrareligiosa, ma ciò non ci impedì di amarci follemente, almeno quella notte. E non ci accorgemmo che il letto era in fiamme. Tu ed io, da allora, siamo qui, in cima alla collina. Volevo essere sincero con te. E ti dissi che ero sposato. Però, Anna fece una faccia brutta. Mi spaventai, buttasti sul letto una latta di benzina e dicesti: “Il nostro amore è per sempre”. Ti dissi:” Anna, ti amo”. Ma lei, furente, disse: E quando mi capiterà un altro cretino”.

Tu e io (e la tua latta di benzina), dopo quella notte di follia, siamo qui, in cima alla collina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...