Ho comprato a naso e con l’istinto e percependo un puzzo nauseabondo il libro di Szczepan Twardoch che nel tentativo di pronunciare nome e cognome (senza entrare in polemica con l’alfabeto polacco che però ha di certo a che fare con la condizione delle donne specie degli ultimi anni) mi ha slogato la mandibola e attorcigliato la lingua (consonanti una dietro l’altra, una mia ignoranza e pecca) e che mi ha procurato convulsioni, ma però, mi sta piacendo assai assai perché ci sono molte cose conficcate dentro e fuori la carne umana e molte mani che furiosamente vi rovistano dentro, s’intitola Il re di Varsavia.

Ho comprato a naso e con l’istinto e percependo un puzzo nauseabondo il libro di Szczepan Twardoch che nel tentativo di pronunciare nome e cognome (senza entrare in polemica con l’alfabeto polacco che però ha di certo a che fare con la condizione delle donne specie degli ultimi anni) mi ha slogato la mandibola e attorcigliato la lingua (consonanti una dietro l’altra, una mia ignoranza e pecca) e che mi ha procurato convulsioni, ma però, mi sta piacendo assai assai perché ci sono molte cose conficcate dentro e fuori la carne umana e molte mani che furiosamente vi rovistano dentro, s’intitola Il re di Varsavia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...