Incipit di una fotografia di terra lontana.

Real diary(1687)Lucas Dewaele

Ero all’oscuro che tra il cielo di nuvole chiazzate di grigio, di nero e sprazzi di sole ci fosse il sottopasso del prato. O il modo di giungere al centro dell’anima. Almeno così dicevano le ombre dell’inizio della scala. O forse soltanto un errore di prospettiva. Come un sogno che di mattina prenderei con le molle nel suo gioco crudele dell’essere e non essere.

Incipit di una fotografia di terra lontana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...