Ritratti. L’apertura della scuola

La professoressa d’italiano ha una sessualità latente che si manifesta nei vestiti attillati che cambia e indossa ogni qual volta fa l’ingresso già prima di entrare nel portone della scuola. E si trucca in maniera vistosa, marcando i colori attorno al nero degli occhi. L’evidenza estetica risalta come i colori vivi, lievi e naturali come all’apparenza nei voli delle farfalle. C’è come un richiamo misterioso di attrazione. Di lei verso chissà chi e di qualcuno o più verso di lei come di immagini reali ma sospese nei passi del percorrere le strade che partono e giungono a casa verso il risaputo e l’ignoto di recarsi. Poi ci sono altri professori, maschi e femmine, compreso il preside. Le aule. Gli orari. E il bidello nel suo piccolo bunker.

Ritratti. L’apertura della scuola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...