E fu sera e fu mattina ma anche una lunga notte che perdura come acqua che scorre sul bagnato e sulle cose che anche se non sono le cose lo sono.

… dio pur non esistendo, ma esiste nelle teste delle genti e delle moltitudini e anche delle altre masse, perchè è stato un creativo, terrificante e sconvolgente, il quale ci fa credere(per opera e virtù dello Spirito Santo, quest’ultimo davvero un attore virtuoso dello spirito dell’attorialità che come alta figura supera le due della sincronica Trinità poichè moltissimo assai meno visibile)che agisce e opera oltre che con le opere dei miracoli prettamente tra le righe come a dire che il poeta non dice quel che dice e che lo stesso maestro di pianoforte non è ciò che ascoltiamo ma nello spazio tra un tasto e l’altro e che non tutti possono intendere, capire e interpretare sia per sè che per chiunque altro. E’ come dire che il salumiere, il fruttivendolo, il cocomeraio e il servo possono bellamente disquisire di dio e di scienza o dell’arte prosaica e da mercato rionale delle croste e delle pizze di Caravaggio e, questo, senza offendere nessuno, tanto più l’appestato.

E fu sera e fu mattina ma anche una lunga notte che perdura come acqua che scorre sul bagnato e sulle cose che anche se non sono le cose lo sono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...