I miei, Dio, la violenza e la morte del mio corpo.

Mio padre è mio padre, non posso negarlo. Mio padre insieme a mia madre mi hanno dato la vita. Mio padre nel suo piccolo trono di casa ha sempre giganteggiato, persino quando taceva dentro e fuori di sè. Mio padre non era molto espansivo ma possessivo sì, specialmente della mia femminilità che nascondevo e a modo suo diceva che io ero la sua prediletta.. E giurava che chi non mi rispettava gliela avrebbe fatta pagare. E a volte è successo quando qualche ragazzo mi rivolgeva la parola e mi sorrideva, perchè anche a me veniva spontaneo farlo. A quel punto diventava più guardingo e feroce. Eppure ero la sua preferita. Io adesso sono qui sottoterra che non ricordo più da quando. Quel giorno chiuse la porta di casa e anche le due finestre e mi coprì la bocca con la sua mano che la contraddistinguevano degli antichi odori. E nell’altra mano teneva il coltello affilato che penetrava nella mia carne. Il sangue usciva e lui non smetteva. Avrei voluto dirgli, papà ma sono tua figlia, la tua preferita, la tua prediletta tanto amata. Cosa fai per di più in nome di Dio e anche nel nome di quell’uomo a cui avevi deciso di darmi … papà… papà…

I miei, Dio, la violenza e la morte del mio corpo.

2 pensieri su “I miei, Dio, la violenza e la morte del mio corpo.

    1. In Afghanistan le donne che scendono in piazza, poche e coraggiose, per chiedere cibo, istruzione e libertà vengono disperse con gli spari dei fucili. E questo alla luce del giorno. Nelle case delle famiglie e delle donne è un inferno. E le mamme delle ragazze sono d’accordo con i padri padroni nell’educare le loro figlie, in nome della religione. Gli americani e gli occidentali sono andati via da quella terra per poi fomentare altre guerre in nome della democrazia. Donne, istruzione e democrazia…

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...