Lo scrittore e giornalista Augusto De Angelis

Lo scrittore e giornalista Augusto De Angelis fu il nostro George Simenon, Frederic Dard, di cui la Rizzoli ha mandato nelle librerie quattro dei suoi numerosi romanzi e Giorgio Scerbanenco o tutti e tre insieme con le dovute differenze di stile. E così ho comprato, era da tempo che volevo farlo, un ebook di tremila e passa pagine al prezzo 0,87 euro e dentro vi son un bel mucchio di romanzi tra il noir, il poliziesco e il giallo. Ah, ho letto gli estratti degli ebook di Frederic Dard che mi sono piaciuti molto che addirittura mi hanno fatto pensare che sia più bravo di G. Simenon, ma forse sbaglio. Però c’è da dire che costano 15 euro a romanzo, se volessi comprare i cartacei si arriva a 60 euro. Poi si dice che in Italia la gente legge poco. “E si butta … -diceva Totò- a destra.”

L’autore … è morto … da molto tempo (a causa delle botte che subì una volta uscito dal carcere per antifascismo da un ducetto mazziere fascista nel 1943. A quel tempo i fascisti grandi e piccoli andavano assai di moda e scorrazzavano da … padroni per l’Italia intera. Colui che uccise lo scrittore Augusto De Angelis, non era un ducetto di secondo piano, nel senso di non sminuirne la grandezza, ma un vero odiatore e assassino. Perciò diamo a Cesare quel che è di Cesare … Anzi, l’assassino era sostanza, ideologia e da metodologia autarchica; insomma, un perfetto esecutore delle direttive del Caporione Supremo del Ventennio. E sentire oggi … l’Epigona al Vertice del Partito della fiamma che ignora o fa finta di ignorare che in Italia, c’è stato invece il Ventennio Bolscevico, feroce e affamato che ad ogni ora del giorno, oltre a uccidere ogni risma di zar, zarine, principi allegati, ogni ogni specie di ricchi tenutari di anime e i suoi lacchè; regolarmente, ai tre pasti principali, mangiava i succulenti bambini italiani di ogni età. E i rinomati chef proletari erano molto bravi: infatti li preparavano e li portavano in tavola sia arrosto, allo spiedo che al cartoccio con le patate e in tutte le salse, specie i tenerissimi, quelli appena sgravati.

Ma chi era e cosa ha scritto Augusto De Angelis?

Augusto De Angelis (1888–1944) è stato uno scrittore e giornalista italiano, attivo soprattutto durante gli anni del fascismo. Nel 1930 pubblicò il suo primo romanzo Robin agente segreto, fortemente ispirato a L’agente segreto (1907), romanzo di Joseph Conrad, mentre il suo primo romanzo giallo fu Il banchiere assassinato (1935). Nella sua breve carriera scrisse romanzi polizieschi, nella maggior parte dei quali è protagonista il commissario De Vincenzi, capo della squadra mobile di Milano (cui la Rai ha dedicato, con il titolo di Il commissario De Vincenzi, fra il 1974 e il 1977, due serie televisive con Paolo Stoppa nei panni dell’investigatore), un personaggio arguto ma molto umano, attraverso il quale l’autore si svincolò presto dai cliché dell’investigatore di stampo anglosassone, creando una sorta di Commissario Maigret italiano ante litteram. Nonostante il buon successo dei suoi romanzi, tuttavia, De Angelis non poté goderne a lungo: la censura del regime fascista infatti impose il sequestro del romanzi noir nonché la chiusura della famosa collana dei gialli Mondadori, sia perché vedeva con sospetto il genere letterario noir cosiddetto d’élite, considerato come un prodotto della cultura anglo-sassone, sia perché, per motivi propagandistici e di ordine pubblico, tendeva a far scomparire il crimine dalle cronache e dalla letteratura. A causa dei suoi articoli pubblicati sulla “Gazzetta del Popolo”, scritti dal 25 luglio all’8 settembre 1943, fu arrestato con l’accusa di antifascismo e successivamente trasferito nel carcere di Como. Uscì di prigione nel 1944 dopo aver scontato diversi mesi di detenzione, estremamente provato e debilitato dalla prigionia, tornò a Bellagio sul lago di Como dove risiedeva. ma ebbe la sfortuna d’incontrarsi con un “repubblichino” della zona, che per una banale discussione, lo aggredì con pugni e calci, tanto da causarne la morte, avvenuta pochi giorni dopo per le conseguenze del pestaggio.

~INDICE~
ROBIN AGENTE SEGRETO
IL BANCHIERE ASSASSINATO
SEI DONNE E UN LIBRO
GIOBBE TUAMA & C.
IL CANOTTO INSANGUINATO
IL CANDELIERE A SETTE FIAMME
LA BARCHETTA DI CRISTALLO
L’ALBERGO DELLE TRE ROSE
IL DO TRAGICO
IL MISTERO DELLA “VERGINE”
LA GONDOLA DELLA MORTE
L’IMPRONTA DEL GATTO
LE SETTE PICCHE DOPPIATE
IL MISTERO DI CINECITTÀ
IL MISTERO DELLE TRE ORCHIDEE
L’ISOLA DEI BRILLANTI

Lo scrittore e giornalista Augusto De Angelis

4 pensieri su “Lo scrittore e giornalista Augusto De Angelis

    1. Però, il kindle o Kobo ti permettono di ingrandire i caratteri e lo schermo ha gradazioni di illuminazione, per cui potresti tollerarli molto bene. Prova da qualcuno che ne è in possesso oppure anche nelle librerie che vendono kindle e altri. E sul kindle, ogni mattina, ci sono delle buone offerte di libri anche a 0, 99 euro. Per non parlare dei classici. E poi puoi leggere gli estratti ebook che potrebbero piacerti. Personalmente scarto quelli che partono con 10 e 11 euro e più. 🌹🎶👏😊

      "Mi piace"

      1. Devi solo affrontare la spesa iniziale del kindle, Poi, pensa, che se stai a casa e a maggior ragione se viaggi, hai con te sempre una biblioteca portatile(leggera) in poco spazio o peso. Pensa a certi libri, narrativamente validissimi, ma dal peso specifico, veri e propri mattoni che a tenerli ti slogano i polsi. Comunque non sono un rappresentate e un venditore nè del kindle nè di altri dispositivi di lettura. Però, provaci. 🌹🎶😁😜

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...